GEOGRAFIA, TERRITORIO E CLIMA

la geografia del territorio

Più del 70% del territorio è coperto da colline, la restante porzione, 29,3%, è rappresentata invece da montagne: questa in sintesi la geografia di una regione che non ha alcuno sbocco al mare. La principale dorsale montuosa corre ad est, seguendo i confini con le Marche e partendo a nord dalla Serra di Burano e il Monte Cucco per finire al limite meridionale della regione con i Monti Sibillini.

Una seconda serie di montagne, dall’altitudine più modesta, corre invece da Gubbio fino al Monte Subasio, mentre altre formazioni montuose caratterizzano i territori di Foligno, Spoleto e la Valnerina Ternana.

Altro elemento fondamentale che interessa direttamente tutto il territorio è il corso del Tevere, 210 chilometri su 405 attraversano la regione, a cui dovrebbero aggiungersi i suoi affluenti (Nera, Chiascio, Topino, Paglia e Nestore) che vedono sulle proprie sponde una parte consistente dell’intera superficie vitata.

I suoli possono avere una genesi vulcanica in molte zone dell’Orvietano, mentre a sud di Perugia, nella Valle Amerina e a ovest del Lago Trasimeno, le colline sono formate da argilla, limo e depositi alluvionali.

Nell’area di Amelia invece e sui versanti del Lago di Corbara, i terreni hanno genesi marina, con tessiture sabbiose e argillose. La media e alta collina umbra, l’area di Montefalco, Torgiano, Assisi e l’Alta Val Tiberina sono caratterizzate da suoli marnosi, argillosi e ricchi di arenarie.

Il clima è mediterraneo nel ternano e nell’area del Lago Trasimeno, il più grande della regione e il quarto d’Italia, le cui sponde sono adorne di vigneti; mentre le zone più interne e quelle appenniniche presentano lineamenti climatici più continentali, con inverni lunghi e freddi sul versante orientale della regione.

Proprio in questa zona si concentra la maggior parte delle precipitazioni, con punte di 1.400 mm nell’aera del Parco del Monte Cucco, a fronte di una media regionale di 800-900 mm.